venerdì 11 maggio 2018

strizzi gli occhi e barcolli nell'ora
spostata indietro
prendi la misura della stanza
battile le nocche sul piano della cucina
come a cercare vuoto acqueo nei muri
raccomandi l'asciutto, segni in tondo le macchie del vino
col vizio perimetrale degli anni
col fiuto del poliziotto
a riposo,
tra indizi da nulla
e colpe da ladruncoli
seguirti in quei minuti
e dirti che sono io
a nascondere l'abitudine
di nascondermi.







3 commenti:

  1. Sembra un trailer poetico di un film leggendario ( The pledge )

    RispondiElimina
  2. siamo pieni di leggende, non trovi?

    RispondiElimina
  3. Ci fanno l`eco e il beccheggio nei sogni

    RispondiElimina